lunedì 28 maggio 2012

La canapa e il Grillo

Come ho già avuto modo di osservare commentando un articolo di terzi, Grillo (Beppe) non mi preoccupa tanto per quello che dice quanto per quello che omette. Infatti porta avanti battaglie condivisibili ed è innegabile come sia diventato un punto di riferimento importante per l'informazione in genere, non starò a sindacare se di regime o di qualità. Ma a volte pecca di omissioni, facendo finta per scelta o per imposizione che alcune realtà, ancor più scottanti di quelle di cui si occupa, non esistano. Tuttavia ecco un argomento reale e condivisibile.


Il filmato in cui parla dell'incredibile messa al bando planetaria di... una pianta, risale ad un spettacolo inscenato a Genova nel 1997 ma, finché permarrà questo inconcepibile divieto, rimarrà sempre d'attualità.

E d'attualità lo è certamente oggi in quanto ormai tutto il mondo "occidentale" (tranne i suoi governanti) s'è accorto che è ora di rivedere tutte le nostre politiche industriali ed energetiche.

Il genio industriale di Henry Ford, che era americano e non europeo come sostiene Grillo, gli permise nel 1941, un periodo di guerra in cui i derivati del petrolio erano più preziosi che mai, di concepire una vettura sganciata dalla logica dei combustibili fossili, alimentata com'era ad etanolo di soia e poi della più conveniente canapa (e non ad olio come sostiene qualche sito, perciò era mossa da un motore a ciclo Otto e non Diesel).
Non solo: la stessa carrozzeria ("body" = corpo) dell'avveniristica vettura e tutti i rivestimenti interni erano realizzati in fibra di canapa, a parità di peso più resistente dell'acciaio.
-
La Hemp Body Car del 1941
-
Un'altra (imperdonabile?) inesattezza pronunciata da Grillo nel video è che la mitica Hemp Body Car fosse denominata "modello T". In realtà, la model T fu la vettura più prodotta al mondo a partire dal 1908 fino al '27 anno in cui uscì definitivamente di produzione e che quindi non aveva nulla a che vedere con la Hemp Car.
La T, a differenza di quanto sostengono inoltre alcuni siti, non aveva parti in canapa ed era alimentata a benzina.
-
La model T del 1916
-
Sperando che il comico ed opinionista genovese si prepari meglio su argomenti in cui sono meno ferrato, ecco a parole sue la vera storia della cannabis:
-
-
articolo già pubblicato su heymotard.it
a questa pagina più completa di notizie
[aggiornamento 17/02/2017: sito off line, N.d.R.]