venerdì 31 luglio 2009

Eventuale vaccinazione obbligatoria contro H1N1, come difendersi

Vaccinazione di massa contro il virus H1N1, perchè dire no.

- Perchè questo virus è meno pericoloso dell’influenza stagionale, quindi il rapporto benefici-costi è decisamente svantaggioso per lo Stato e quindi per noi.
-
Perchè accettando la vaccinazione faremo capire alle aziende farmaceutiche che possono costringerci a fare quello che vogliono e quindi ci troveremo di fronte ad altre vaccinazioni di dubbia utilità che potrebbero, in seguito, diventare obbligatorie.
-
Perchè i soldi spesi per l’acquisto dei vaccini sarebbero più utili per migliorare nostra sanità ed innalzarne il livello qualitativo.
-
Per fare capire allo Stato ed alle aziende farmaceutiche che non siamo passivi consumatori ma che siamo in grado di pensare.
-
Per il futuro dei nostri figli e dei giovani.

Memorizzate questi articoli:

Articolo 32 della Costituzione della Repubblica Italiana: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”. Costituzione art. 32: "Nessuno può essere obbligato ad un determinato trattamento sanitario se non per disposizioni di legge". Inoltre, il consenso informato dinanzi alla proposta di trattamento sanitario costituisce un fattore ineludibile.

Art. 13: La LIBERTA’ PERSONALE è INVIOLABILE... NON è ammessa forma alcuna di... qualsiasi altra restrizione della LIBERTA’ PERSONALE... Un’eventuale vaccinazione di massa obbligatoria, nel caso dell’influenza suina, è un abuso. Non c’è un’epidemia di peste nera ma si tratta di una blanda influenza. Se il virus mutasse è molto probabile che l’attuale vaccino in produzione sia scarsamente efficace. Lo Stato potrebbe tentare lo stesso la strada della vaccinazione coatta in virtù di alcuni articoli come ad esempio: Codice deontologico dei medici art. 42: "Il medico non può intraprendere alcuna attività diagnostica e terapeutica senza il valido consenso del paziente, che, se sostanzialmente implicito nel rapporto di fiducia, deve essere invece consapevole ed esplicito allorché l’atto medico comporti rischio o permanente diminuzione della integrità fisica". Si possono però verificare delle situazioni in cui è necessario applicare un trattamento contro il consenso del paziente e che ricadono in tre tipologie giuridiche:
# Lo stato di necessità
# Gli accertamenti ed i trattamenti sanitari obbligatori (ASO e TSO).
# Le malattie infettive e diffuse

"Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge"

Uno scenario possibile potrebbe essere questo:
* Visto l’articolo della Costituzione 32, * Essendo comprovata la virulenza del Virus A,
* Vista la dichiarazione in data (...) dell’OMS dello stato di Pandemia bla... bla...
* Resosi quindi necessaria l’azione preventiva si impone la vaccinazione obbligatoria a tutti i cittadini.

In questo caso è nostro dovere denunciare lo Stato e chi ci obbligherà a vaccinarci, utilizzando qualsiasi risorsa legale per difenderci e, non ultima, la risorsa della class-action. In questo link troverete alcuni consigli per difendervi da eventuali vaccinazioni coatte. Speriamo di non giungere a tanto... Speriamo.

fonte: http://www.agoravox.it/

articolo originale:
http://www.agoravox.it/Eventuale-vaccinazione.html

articolo correlato:
http://heymotard.blogspot.com/2009/07/allarme-vaccinazione-obbligatoria.html

domenica 19 luglio 2009

SCIE CHIMICHE 500x

Avevo sempre pensato che per quanto riguarda la fase "istruttoria" della questione "Scie Chimiche" una grave lacuna fosse quella della mancanza o comunque scarsità (non ne avevo mai visti prima però) di video condensati dai quali si potesse apprezzare al meglio l'evoluzione di uno spicchio di cielo interessato da operazioni d'irrorazione aerea.
Ecco che appena ora ne ho trovato uno a corredo di una particolare... recensione libraria scritta e pubblicata dall'ottimo Corrado Penna sul suo blog scienzamarcia.

Non che ci sia realmente bisogno di un video del genere per convincere chicchessia dell'esistenza di un fenomeno così eclatante ed evidente come quello delle irrorazioni aeree "clandestine": se qualsiasi persona dotata di un minimo d'intelletto e spirito d'osservazione VUOLE prenderne atto basta che rivolga gli occhi al cielo ed improvvisamente VEDRA' le Scie Chimiche per quello che sono, senza bisogno di pretendere altre superflue "PROVE".

Comunque il video non aggiunge nulla a quello che già è noto sulle irrorazioni aeree contro la popolazione e l'ambiente ma rimane interessante dal punto di vista tecnico almeno per studiare la metodologia e gli effetti immediati visibili di tali irresponsabili operazioni.

Buona visione.

video

link di approfondimento: DOSSIER SULLE SCIE CHIMICHE

venerdì 17 luglio 2009

ALLARME VACCINAZIONE OBBLIGATORIA INFLUENZA SUINA


lug 17th, 2009

DI STEPHEN LEDMAN
globalresearch.ca


Il 13 luglio, un Allarme Globale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) intitolato "Raccomandazioni dell’OMS sulle vaccinazioni per la pandemia (H1N1) 2009" lascia intendere che siano in arrivo delle direttive universali. Dichiarava che il 7 luglio lo Strategic Advisory Group of Experts (SAGE) on Immunization, dominato dall’industria farmaceutica, ha tenuto "a Ginevra una riunione straordinaria per discutere delle questioni e determinare raccomandazioni relative al vaccino per la pandemia (H1N1) 2009".
Non vi è nessuna pandemia. Tuttavia l’OMS ha affermato che il virus "è considerato inarrestabile", ammettendo nel frattempo che finora vi sono poche prove della diffusione, che la maggior parte dei casi sono leggeri e che molte persone ricuperano da sole. Nondimeno, tutti i paesi avranno bisogno di vaccini e dovrebbero seguire queste priorità mentre saranno limitate le forniture iniziali:
– immunizzare i lavoratori dell’assistenza sanitaria "per proteggere le infrastrutture essenziali dell’assistenza sanitaria"; quindi
– le donne incinte; i bambini sopra i sei mesi di età "con una delle varie condizioni mediche croniche"; i giovani adulti sani di età 15 - 49; i bambini sani; gli adulti sani di età 50 - 64 ed infine gli adulti sani di età 65 o più anziani.


L’OMS ha prospettato i rischi dichiarando che "nella produzione di alcuni vaccini per la pandemia sono coinvolte nuove tecnologie che non sono state ancora valutate estensivamente per la loro sicurezza in certi gruppi della popolazione…" Di conseguenza, "la vigilanza post-commercializzazione" e "gli studi sulla sicurezza ed efficacia post-commercializzazione" sono essenziali, di modo che i paesi possano adeguare le loro politiche di vaccinazione.
Le "raccomandazioni" dell’OMS sono vincolanti per tutti i 194 paesi membri nel caso venga dichiarata un’emergenza pandemia in base all’International Health Regulations Act del 2005 ed al Piano Pandemia dell’OMS del 2009.
E’ cruciale comprendere che questi vaccini sono sperimentali, non collaudati, tossici ed estremamente pericolosi per il sistema immunitario umano. Contengono coadiuvanti a base di squalene che provocano un gran numero di malattie del sistema immunitario fastidiose e potenzialmente fatali. Devono essere evitati, anche se ordinati. E’ anche noto che i vaccini non proteggono contro le malattie che sono destinati a prevenire e spesso le causano. Dovrebbero essere banditi, ma proliferano comunque perché sono tanto redditizi e nella massima misura se resi obbligatori globalmente.
Preparatevi perché questo è esattamente ciò che sta arrivando, ordini universali di rischiare la fatalità di vaccini tossici. Nelle prossime settimane, globalmente i media dominanti diverranno fortemente coinvolti a velocità elevata nella modalità per seminare paura per convincere la gente a sottoporsi volontariamente a mettere a repentaglio la propria salute ed il proprio benessere.

E’ indispensabile rifiutarsi ed essere al sicuro: il diritto internazionale ci protegge assolutamente.


foto ed articolo tratti da comedonchisciotte.org

Versione originale:
Stephen Lendman
Fonte: www.globalresearch.ca
Link: http://www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=14370
14.07.2009
Versione italiana:
Fonte: http://freebooter.interfree.it/
16.07.2009
Traduzione a cura di FREEBOOTER

giovedì 2 luglio 2009

Piove a ciel sereno.

Un insolito fenomeno atmosferico si è verificato almeno tre volte in questa settimana nella provincia di Salerno con delle precipitazioni provenienti apparentemente... dal nulla!

Stamattina alle 5:30 ho notato, in un cielo praticamente sereno, assimilabile a quello illustrato dalla soprastante foto di repertorio, un bell'arcobaleno che rifletteva insolitamente i primi raggi del sole nonostante da giorni non si fosse verificata alcuna precipitazione.
Bello da vedersi, mi ha meravigliato ma non ci ho fatto tanto caso vista la quantità di stranezze che oramai capita di vedere in cielo; almeno questa mi è sembrata una cosa bella.

Più tardi durante la mattinata, preso dalle mie cose mi sono ritrovato sotto una discreta acquerugiola pur non scorgendo alcuna nube né sulla mia verticale né nelle immediate vicinanze.
Non c'era vento al suolo e non sembrava che ce ne fosse in quota, ma questo sarebbe da vedere visto che col cielo apparentemente sereno mancavano punti di riferimento.

A sera, un mio amico incontrato al bar mi ha raccontato di aver vissuto una situazione analoga lunedì scorso quando ha deciso di utilizzare la moto per andare a Salerno senza bardarsi in modo particolare vista la magnifica giornata: con sua grande meraviglia però un acquazzone improvviso proveniente "dal nulla" lo ha fatto arrivare in città completamente zuppo.
Anche lui non è riuscito ad avvistare nessuna nuvola né prima né durante né dopo la pioggia.

Identico, lo stesso fenomeno verificatosi in un altro giorno della stessa settimana mi è stato riportato da un altro testimone.
C'è da dire che in questi ultimi giorni il tasso di umidità relativa è stato particolarmente alto con punte
rilevate del 97%, condizione per altro abbastanza comune sulla fascia costiera.

Non ho idea di quanto - e se - questo fenomeno assolutamente non comune da queste parti possa essere legato agli esperimenti di modificazione climatica in corso tanto più che sono ormai diversi giorni, se non settimane, che non è stata rilevabile a vista nessuna operazione di irrorazione aerea.
Ma ciò non significa con certezza che non abbiano avuto luogo: la tecnologia va avanti.
Ad ogni modo, c'è sempre da tener presente che la manipolazone climatica non è messa in atto soltanto attraverso le scie chimiche!
(a riguardo, vedi => tecnologia HAARP )