martedì 28 marzo 2017

Una 500 Abarth per l'ispettore Coliandro


La delinquenza dilaga e oggi più che mai è necessario che le Forze dell'Ordine si dotino di strumenti adeguati ed al passo con i tempi per contrastare una delinquenza sempre più sfrontata grazie al garantismo offerto loro dal nostro sistema legislativo e dall'impossibilità materiale per le vittime di difendersi in maniera legale.

Prima di sviluppare il tema, un appunto di fisica. Cosa c'entra? C'entra, c'entra...:
La quantità d'energia cinetica "Ek" che possiede un corpo in movimento varia in funzione della sua massa "m" espressa in chilogrammi e della sua velocità "v" espressa in metri al secondo, nella proporzione:
Ek = 1/2m*v^2
(leggi: metà della massa per il quadrato della velocità)

La dotazione standard per le nostre FdO prevede delle pistole da 9x19mm.
I proiettili che sparano hanno quindi un diametro di circa 9mm e pesano 8gr.
Presumendo una velocità di 330m/", la quantità di Energia Cinetica che accumulano e trasmettono al bersaglio può arrivare a 435,6Kgm (ossia 4273,236 Joule per chi si è assoggettato all'utilizzo di questa unità di misura).
Ma la superficie frontale di un proiettile da 9mm è di poco più di 63mm^2, questo significa che il suo potere d'impatto non può che essere concentrato su di una superficie piccolissima che non può, quindi, essere condivisa da più di un bersaglio. In parole povere: se spari, colpisci al massimo un solo delinquente, salvo traiettorie fantasiose come quella, storica, di uno dei proiettili che uccisero il Presidente Kennedy... ma questa è un'altra storia.
E allora?
Ecco che scende in campo la 500 Abarth.

FIAT Nuova 500 Abarth - 1957
No, non questa: intendevo quella nuova ma ormai lascio quest'immagine per far comprendere ai giovani che non c'è nulla di nuovo sotto il sole, soprattutto per quanto riguarda la fantasia che la FIAT sfoggia per disegnare e denominare i suoi modelli di auto o più esattamente, in questo caso, microcar per utenti microcefali.
L'attuale FIAT 500 Abarth è una vettura che a parte il nome, la demenzialità progettuale ed un marcato richiamo estetico all'originale, non ha nulla a che vedere con quella dell'epoca: si tratta di una vetturetta da circa 1000kg di massa ed oltre 200Km/h di velocità di punta (curiosamente entrambi i valori rappresentano circa il doppio dei corrispondenti valori del modello originale), è larga 163cm ed alta 149cm, e questi sono tutti i parametri che c'interessano ai fini della valutazione che sto facendo.
Elaborando i dati di cui sopra, scopriamo che presupponendo una massa complessiva in ordine di marcia con due occupanti a bordo pari a 1200Kg e lanciata a 198Km/h, questa vetturetta accumula ben 1.815.000kgm di Energia Cinetica ovvero ben più di 4000 volte quella posseduta da un proiettile cal.9.
Inoltre, la sua sezione frontale distribuita su di una larghezza di 163cm, supera di circa 38.000 volte la sezione del proiettile, con la possibilità di colpire più bersagli umani simultaneamente, come hanno ben capito i terroristi degli ultimi tempi che si avvantaggiano dell'uso di auto al posto delle armi da fuoco in quanto oltre al maggiore potenziale offensivo dinamico, offrono anche la possibilità di trasportare comodamente esplosivi per aumentare la capacità offensiva ed almeno un comodo portaoggetti in cui lasciare i documenti d'identità dopo aver compiuto l'azione terroristica.
Non serve una blindatura da scatola nera del vano portadocumenti perché è noto che i terroristi utilizzano documenti d'identità speciali per terroristi, resistenti al fuoco, alle esplosioni ed a qualsiasi altra ingiuria. Inoltre sono realizzati in materiali ad altissima visibilità - pur non essendo riflettenti, che strano - che ne permettono un agevole ritrovamento anche in aree nelle quali sono precipitate le macerie di 7 grattacieli (verifica eseguita dagli Enti preposti l'11/09/2001 a Manhattan, NYC, USA) o in cui dei velivoli si sono schiantati al suolo disintegrandosi misteriosamente... .

Disarmiamo i criminali
In virtù di quanto esposto, suggerirei di sostituire le pistole in dotazione alle nostre FdO (tanto non possono usarle contro i delinquenti perché se no li processano prima degli stessi) con altrettante FIAT 500 Abarth, elevando così il loro potere offensivo a livello terroristico e, visti i tempi che corrono, rischiando anche minori sanzioni in caso di delinquenticidio occorso durante un intervento.
Certo, la pericolosità offensiva delle auto, di molto superiore a quella di un'arma da fuoco, imporrebbe una revisione dei criteri di rilascio delle patenti di guida e dell'utilizzo dei mezzi, da mettere in moto solo se si rischia effettivamente ed in maniera legalmente inoppugnabile di fare tardi al lavoro o di partorire per strada.
E visto che sia per i terroristi che per le Forze dell'Ordine, le auto sono da preferire alle armi da fuoco per via della loro maggiore capacità offensiva, potremmo lasciare che i privati ed onesti cittadini possano detenere e nel caso utilizzare tranquillamente le loro (relativamente poco offensive) armi da fuoco, come dovrebbe essere in ogni Paese civile che garantisca ad ogni cittadino la legittima possibilità di difendersi dalla violenza e dalla prepotenza, ricordando in questo frangente che ogni reazione alla violenza non può che essere considerata un atto d'amore e pertanto non può essere punibile moralmente né sul piano umano, anche se l'aggressore è garantito dalla Legge.

A disclaimer di quanto esposto nell'articolo, preciso che si tratterebbe di uno scritto ironico se non vivessimo in una realtà in cui il tragico ed il comico si fondono rendendosi indistinguibili.

sabato 25 marzo 2017

L'ignoranza è la nostra forza

 Orwell aveva ragione ed io mi sbagliavo quando immaginavo che darsi da fare per diffondere informazioni e rivelare verità occultate fosse un impegno utile alla società.

I nativi americani salvarono la loro etnia nel momento in cui, nella loro saggezza, decisero di smettere di combattere l'invasore bianco quando si resero conto che se era capace di costruire armi da fuoco e "cavalli di ferro", non avevano alcuna speranza di batterlo con archi e frecce. Solo in questo modo evitarono lo sterminio totale,

mercoledì 15 febbraio 2017

Il vantaggio di possedere auto di lusso

Tra le tante campagne disinformative, di quelle volte a focalizzare l'attenzione della gente su problemi marginali o del tutto insignificanti, ce n'è una che ha messo in comparazione il numero di auto di lusso circolanti col numero di dichiarazioni dei redditi tali da renderne lecito il possesso, sempre secondo PARAMETRI ARBITRARI FISSATI DAL FISCO.

Cherokee "di lusso" valore di mercato: 0
Infatti l'unico parametro che individua come "di lusso" un'auto secondo il fisco è la sua potenza fiscale ovvero la cilindrata ovvero (in parte) la potenza del motore.
Questo significa che se avete ereditato una Jeep Cherokee da 4000cc a benzina, acquistata nuova nel 1988 da vostro padre che a quel tempo, con la Lira poteva permettersela, anche se ora è poco più che un rottame - ma funziona perfettamente e rappresenta per voi un ricordo affettivo - ed il suo

martedì 14 febbraio 2017

E' la Natura che chiama, Gennà!

 Il titolo è riferito alla battuta finale della scenetta contenuta in uno spot pubblicitario diffuso anni addietro ma che oggi descrive bene una delle motivazioni per cui le molestie a carico delle donne, stanno diventando una vera emergenza in Europa; in particolare in Italia, Germania e Svezia.

Diciamo subito che statisticamente, esiste una stretta correlazione tra il numero di immigrati presenti in un Paese ed il numero dei casi di stupro. Questo è un dato di fatto censurato dal Politicamente Corretto ovvero da quella disinformazione di regime tesa a nascondere la realtà oggettiva:

lunedì 13 febbraio 2017

Tecnologie occulte


Come già messo in evidenza in passato sulle pagine di questo blog, lo stato dell'arte tecnologico è incredibilmente più avanzato di quello che si vorrebbe far credere. Ma mettere a disposizione della comunità tecnologie "troppo" avanzate, sortirebbe un effetto distruttivo per il Sistema di potere: emanciperebbe le masse finora schiavizzate, in quanto già solo la disponibilità di energia a costo zero sarebbe sufficiente a fornir loro mezzi di sussistenza e prosperità. Dovessero pervenire a tale condizione, non avrebbero più alcun motivo di sottomettersi al volere dei potenti. Anzi i potenti, automaticamente, non potrebbero più

sabato 11 febbraio 2017

La Patata Lessa

 Sulla... scottante questione - sicuramente di grande rilevanza per il nostro Paese - della Patata Bollente che a questo punto sarà anche lessa, il Movimento immobile mostra, con la sua indignazione, di applicare due pesi e due misure, anzi quattro, su ciò che riguarda l'immagine pubblica dei politici ed anche la loro rispettabilità personale.
Rapportiamo il caso "Raggi" ad esempio agli innumerevoli casi "Berlusconi".

Prima discriminazione, di tipo politico - Sembra che in Italia sia lecito, quasi doveroso, sfottere e fare le pulci a

venerdì 10 febbraio 2017

Il giorno dell'oblio

 

Un grave episodio di censura storica si è verificato a Bologna in occasione del giorno di commemorazione delle atrocità partigiane delle Foibe carsiche.
Beffardamente, la scusa per dimenticare le vittime di quella pulizia etnica, è stata la visita in città - ipocritamente concordata già da tempo dall'amministrazione comunale - del ministro italiano (si fa per dire) Kyenge impegnata in un tour propagandistico incentrato, ancora una volta, sulla pulizia etnica a cui sottoporre il popolo italiano, ma questa volta non solo quello istriano ma di tutta la penisola.
Non c'è da meravigliarsi più di tanto, non solo per la consuetudine acquisita di calpestare gli italiani sia nell'immediato che nella memoria storica ma anche perché l'episodio si è verificato nella culla territoriale di quella sottocultura anti-italica che generò, a fine della Seconda Guerra, un grande

giovedì 9 febbraio 2017

Ipnosi di massa: comprare acqua in bottiglia



La pubblicità sistematica attuata soprattutto negli ultimi due decenni, ha inculcato un comando post-ipnotico nei consumatori italiani spingendoli a preferire l'acqua imbottigliata a quella del rubinetto, nonostante quest'ultima sia mediamente di migliore qualità e centinaia di volte meno costosa della prima.
Ma tutti sanno che gli italiani adorano farsi del male per cui si tratta di un fenomeno comprensibile, per quanto assurdo.

A peggiorare il fenomeno anche la fissazione di DOVER bere "tanto", sempre inculcata attraverso la pubblicità ma non raccomandata affatto per la salute da NESSUNO STUDIO SCIENTIFICO AL MONDO.

mercoledì 8 febbraio 2017

Terremoto: stanziati 97 milioni di Euro per favorire il dissesto idrogeologico


Avete letto bene: alla faccia del "Paese in crisi economica" e dei terremotati sopravvissuti all'inverno nonostante il menefreghismo di Stato, non c'è stato alcun problema a reperire una cifra esageratamente sproporzionata per finanziare in maniera opulenta una manifestazione di golf, uno dei passatempi elettivi dei ricchi assieme al polo ed all'equitazione che, almeno quest'ultimo, è uno sport.
Inutile ma doveroso precisare che gli amministratori destinatari di tali fondi sono tutti legati al Partito antiDemocratico per militanza diretta, parentela o altro tipo di nepotismo spartitorio della ricchezza pubblica.

Fin qui nulla di strano, l'Italia è uno dei Paese (ancora!) più ricchi del mondo, non solo #1 in the world per l'arte ma ai vertici anche per patrimonio

lunedì 6 febbraio 2017

Ora Sfrénati In Pace, Gerardo Russo

Avete presente quelle amicizie che rimangono intatte anche quando le contingenze delle vite di ognuno di noi impediscono di frequentarsi con la regolarità di un tempo?

G. Russo, Gei Ar per gli amici
Non è il primo della serie ma è il primo amico per importanza a privarmi della sua presenza in questo mondo. Se n'è andato a seguito di complicazioni insorte pochi mesi dopo un trapianto cardiaco "perfettamente riuscito".

E' fuori luogo indugiare in particolari della sua vita privata ma lo ricordiamo tutti per le sue doti umane, e se gli affibbiammo - tra amici - l'appellativo di "sfrenato" è per via della sua irrefrenabile voglia di vivere anche al di fuori dei limiti imposti, proponimento purtroppo molto

sabato 28 gennaio 2017

Il giorno della censura

 Secondo Claudio "byoblu" Messora, la giornata di ieri è stata la più pesante per l'informazione libera da dieci anni, e questo è senz'altro vero per quanto riguarda il suo ammirevole lavoro.
Le motivazioni le trovate nel suo video, quello che puntualizzo io è che tentativi di mettere a tacere l'informazione indipendente sono in atto da sempre e sono stati sottovalutati anche e soprattutto da quelle forze politiche che negli ultimi anni si sono arrogati l'esclusiva - supportati dai media di regime - di rappresentare il dissenso tra l'elettorato ma che in realtà sono organiche al Sistema che affermano di voler combattere.
E' ovvio che parlo dell'inconcludente e gattopardesco

venerdì 27 gennaio 2017

Oltre un secolo di menzogne sioniste, di cui le prime vittime sono gli ebrei

Per fortuna, sulla Terra non esistono razze né etnie umane che possano essere accusate o assolte in toto da determinate colpe oppure a cui si possano riconoscere incondizionatamente solo dei meriti perché, vivaddio, ogni razza o etnia esistente è formata da individui, ognuno responsabile delle sue azioni e del suo pensiero.
E' pur vero che una preoccupante quota d'individui si comporta da massa decerebrata, riconoscendosi identitariamente solo se inquadrato in un gruppo ben definito, ma non è di questo che voglio parlare.
Ed è anche vero che molti insani individui nella

giovedì 26 gennaio 2017

Paura della fisica


Una notizia recente, riguarda l'agitazione che sta pervadendo i maturandi dal momento in cui si è sparsa la notizia che la fisica potrebbe essere una delle materie d'esame.
Sinceramente, non solo non ne comprendo il motivo ma trovo assurdo che una materia così fondamentale per la comprensione del mondo in cui siamo immersi - facendone anche parte - non sia tra quelle obbligatorie, soprattutto per scuole come il Liceo Classico (esiste ancora) dove s'insegna prevalentemente il nulla, anche se lo si fa in maniera che sembri qualcosa.

mercoledì 25 gennaio 2017

Sapete tutto sulla trazione anteriore?


I criteri in base ai quali si concepiscono e si progettano tutte le macchine vengono raggruppati e definiti in termini di "filosofia costruttiva".
La sua matrice caratterizzerà il prodotto finale che potrà essere ispirato a principi utilitaristici, economici, funzionali, dimensionali, produttivi, stilistici, esclusivi, manutentivi oppure relativi alla massa, alla trasportabilità, all'impatto ambientale produttivo e funzionale, alla possibilità di immagazzinamento, alla riproducibilità, ecc. ecc. 
Questo comporta automaticamente che nessun prodotto dell'ingegno umano potrà materializzare lo stato dell'arte sotto tutti i punti di vista ma risulterà, nella migliore delle ipotesi, eccellente sotto un aspetto a discapito di un altro.

Una conseguenza pratica di quanto appena esposto, è vissuta da tutti i