martedì 6 giugno 2017

La parata del vero Stato

 - Aggiornato con un link inserito il giorno 7 -

Strepitosa vignetta dell'ineffabile Alfio Krancic sulla questione del disgusto mostrato apertamente dagli indegni rappresentanti della repubblica delle banane Boldrini e Mattarella nel corso della parata del 2 giugno.
Giusto disgusto, direi, perché i valori di questo governo ineletto ed abusivo non possono essere certo rappresentati dal nostro Esercito o da altri enti ufficiali della nostra Repubblica ma solo da quegli enti come cooperative rosse, organizzazioni più o meno cattoliche e mafie che gestiscono realmente il Paese.
Massima eloquenza, non servono altre parole.

 -
Link di aggiornamento:

lunedì 5 giugno 2017

Musica & motori di campagna

Una strepitosa quanto improbabile versione country del classico AC/DC Tunderstruck, 2 milioni di visualizzazioni:


sabato 3 giugno 2017

Repubblica a Sovranità Limitata


 -Aggiornato con un link inserito il giorno 4 -

In maniera sempre più scialba e meno convinta, anche quest'anno si è festeggiata una repubblica che non è mai stata pienamente autonoma fin dalla sua fondazione, per altro già basata su di un inganno referendario visto che almeno nel sud Italia, il 63% degli elettori si espresse per la Monarchia e non è dato sapere dei numeri derivanti dai brogli attuati nelle sezioni del centro-nord, allora sotto pieno controllo partigiano ed "alleato".

Ad ogni ricorrenza bisogna ricordarsi che l'unica differenza tra la nostra repubblica e quelle centro-sud americane a controllo USA, dette non a caso "delle banane", è che l'Italia rimane, nonostante i continui depauperamenti del patrimonio ed i sistematici ladrocini, uno dei Paesi più ricchi del mondo, forse il più ricco in assoluto se nel conteggio venissero computati i patrimoni

mercoledì 31 maggio 2017

Il Fisco come un'idrovora


Come l'acqua e la corrente elettrica, anche il Fisco sceglie la via più breve e praticabile col minimo dispendio energetico per propagarsi ed assecondare la sua differenza di potenziale economico.
Agisce come un'idrovora, risucchiando e prosciugando per prime le riserve d'acqua meno consistenti.
Ma, come un'idrovora, non può che agire esclusivamente su di una serie di pozze d'acqua in qualche modo collegate tra loro; è incapace, infatti, di esplicare la sua azione drenante a danno di tante altre pozze d'acqua che persistono indisturbate in altri bacini.
Questi bacini rappresentano esattamente, sempre rimanendo in metafora idraulica, ciò che comunemente si definisce "il sommerso".

lunedì 29 maggio 2017

Salerno invia centinaia di migranti ai pirla milanesi

Continua l'osservatorio sulla situazione a livello cilentano e provinciale.

da voxnews.info: =======================================

" Primi frutti della Marcia dei Pirla. Procede il piano di colonizzazione. Solo rallentamenti nel trasferimento di alcune centinaia tra quelli sbarcati venerdì a Salerno in Lombardia, problemi anche a Napoli mentre a Cicerale la protesta popolare ha impedito l’arrivo di altri 400. A Salerno, intanto restano in centinaia tra Fuorni e Zona Industriale sollazzati dalla crocerossine. "
===================================================
| video |

domenica 28 maggio 2017

Aggiornamento sulla resistenza all'invasione nel Cilento

In deroga al nuovo corso che ho voluto dare a fine 2009 ai due blog correlati tra loro, postando solo articoli originali e non più ripresi (anche se occasionalmente, in precedenza) da altri siti, pubblico un aggiornamento di voxnews sulla situazione trattata nel post precedente.

da voxnews.info: ------------------------------------------------------

" A Cicerale, nel Cilento, è stata sgomberata la struttura nella zona industriale in Contrada San Felice individuata inizialmente come centro di smistamento per alcune decine di clandestini. Da ieri diversi cittadini hanno organizzati blocchi di protesta per dire “no” all’invasione.

sabato 27 maggio 2017

Per sapere di noi dobbiamo chiedere agli altri




Iscritta nel tempio di Apollo a Delfi, c'è la famosa esortazione a conoscere sé stessi - prima di ogni altra cosa - ed infatti si tratta di uno dei saperi più difficili e significativi da conquistare per il bene della nostra esistenza.
Ma prescindendo da analisi introspettive e conseguenti autocritiche, da tecniche che ci permettano di "vederci dal di fuori", una via breve per sapere molto di noi stessi è quella di chiedere agli altri o, in maniera ancora più indicativa, riuscire a sapere cosa pensano gli altri di noi e che non avrebbero mai il coraggio di dirci...

Al di là di discorsi sul proprio io interiore, anche per molti eventi e verità che riguardano il sociale, la via migliore per informarsi non è certo quella dei media di regime. Esempio per tutti la crisi siriana di cui i media italiani

lunedì 22 maggio 2017

La voce intonata della dissidenza

Un po' di famose canzonette italiane rielaborate nel testo e cucite assieme da con grande sagacia e spirito (libero) d'osservazione.
Tutto vero, tutto tragicamente azzeccato, ma almeno ridiamoci su:

sabato 20 maggio 2017

Bufale vegane




Cercando di commentare un articolato post ripreso e pubblicato dall'ottimo blog COMPRESSA-MENTE, mi sono reso conto che in tale sede era impossibile delineare con chiarezza le mie obiezioni. Per svilupparle al meglio - ma senza stare a produrre un trattato scientifico oltre le mie possibilità -  ho pensato di esporle in questo post.

Premesso che ritengo le diatribe tra estremismi il male del secolo e che sono fomentate ad arte per frammentare l'opinione pubblica (e con essa l'elettorato), penso invece che torni utile cercare di individuare in ogni posizione i presupposti sbagliati, quelli che permettono di costruire impianti logici perfettamente coerenti ma non per questo garanzia di correttezza!

giovedì 18 maggio 2017

Perché l'Uomo ce l'ha con gli alberi?

In realtà bisognerebbe chiedersi perché l'Uomo ce l'ha con la natura intera, vista la mole di offese quotidiane che le arreca senza neanche rendersi conto che egli ne costituisce parte integrante e che quindi agisce, così facendo, contro sé stesso.
Ma per trovare una risposta bisognerebbe essere certi dell'effettiva origine della specie umana ed il discorso si farebbe troppo complesso.

L'antropizzazione del territorio corrisponde in par misura alla distruzione degli ecosistemi: c'è poco da fare, a meno di non immaginare che una città offra maggiori opportunità  di sopravvivenza di un ambiente naturale per alcune specie di animali allo stato brado come topi ed piccioni... .

martedì 16 maggio 2017

Estorsione garantita per tutti gli utenti motorizzati




Prologo - Alla memoria corta degli italiani, fa sempre bene ricordare che dopo il Colpo di Stato del 1992, per asservire al meglio enormi interessi extra nazionali, il malgoverno avviò una massiccia deindustrializzazione forzata del Paese a cominciare dalle fiorenti imprese pubbliche che furono smembrate e svendute ai peggiori offerenti, preferibilmente esteri o comunque conniventi con la sinistra al potere (come nel caso di De Benedetti).
Prima dell'intervento del malgoverno, l'Istituto - statale - per la Ricostruzione Industriale (IRI) era avviato a diventare il primo gruppo industriale del mondo e ciò era chiaramente intollerabile per Germania, Regno Unito ed USA.
Questi ultimi misero su una classica quanto sfacciata operazione CIA di ribaltamento governativo, avvalendosi di Utili Idioti del calibro del Pubblico

lunedì 8 maggio 2017

La prevista ufficializzazione delle Scie Chimiche



Come previsto dalle tre fasi di Schopenhauer, la verità sulle irrorazioni aeree clandestine è giunta alla fase dell'evidenza. E com'era altresì prevedibile, si sta cercando di far passare come benefica ed inevitabile una pratica che sta avvelenando da circa 15 anni la nostra aria ed il nostro cibo.
I più informati e "preveggenti" [tra cui, modestamente, il sottoscritto - N.d.R.] avevano previsto già diversi anni fa, quale sarebbe stata la scusa da utilizzare per sdoganare questa pratica:

Contrastare il Riscaldamento Globale.

Evitando di sviluppare approfonditamente due tematiche già affrontate in

sabato 6 maggio 2017

Sicurezza stradale: una legge che ci vorrebbe

-
Il recente tragico incidente stradale in cui ha perso la vita un noto campione di ciclismo, costituisce un'ulteriore conferma della necessità - più volte auspicata in queste pagine - di disciplinare con cognizione di causa e severità la circolazione di veicoli non motorizzati immessi nel normale traffico veicolare.
Non si comprende infatti come, in un'Italia in cui si introducono nuovi assurdi divieti ogni giorno, non si sia pensato a vietare la circolazione stradale di veicoli dotati di una dinamica non solo incompatibile con la realtà odierna dei flussi veicolari ma anche con lo sviluppo tecnologico.
Al giorno d'oggi, è demenziale che un veicolo in circolazione possa procedere in salita a passo d'uomo ed andare in giro privo di specchi retrovisori ed un adeguato impianto di illuminazione e segnalazione: chi lo permette è un

lunedì 1 maggio 2017

Delle notizie parziali sono sempre delle notizie false

 

Da un TG del mattino ho appreso di un incidente stradale mortale occorso in pieno centro a Milano.
La notizia dalla linea Politicamente Corretta della TV è quella di un uomo che, alla guida di un SUV, ha investito un'altra auto causando la morte del suo occupante e poi è scappato a piedi senza prestare soccorso.
La notizia completa è che alla guida del SUV condotto ad alta velocità si trovava un pluripregiudicato serbo di probabile etnia Rom, a giudicare dal colore della sua pelle notata da testimoni che l'hanno visto scappare senza prestare soccorso.
Inoltre, per completezza dell'informazione, andava precisato che anche la vittima dell'incidente si trovava alla guida di un SUV, se pur di dimensioni ridotte. Probabilmente è stata l'angolazione dell'impatto tra i due veicoli a

domenica 30 aprile 2017

Il problema dell'anidride carbonica


Uno dei tanti dati negativi rilevati negli ultimi anni e di cui dovremmo seriamente preoccuparci è che il livello medio di Anidride Carbonica (CO2) presente nell'aria si trovi al livello più basso mai registrato sul nostro pianeta.

Come sanno tutti gli studenti fin dalle scuole elementari ma una volta laureati forse se ne scordano, il carbonio è alla base della vita sulla Terra: costituisce il principale alimento delle forme di vita vegetali ed il suo ciclo naturale sta alla base della vita animale.
Nonostante la restituzione all'atmosfera di CO2 dovuta alle attività antropiche (ovvero essenzialmente dalla combustione di materia organica sotto forma di

venerdì 21 aprile 2017

Tanta merda

Quando a teatro s'andava con la carrozza trainata da cavalli, una grande quantità di sterco davanti alla sala indicava un grande afflusso di spettatori e per questo che ancor oggi agli attori si augura "Tanta merda".

Roberto Benigni è proprio uno di quelli ai quali un augurio del genere sorge spontaneo: infatti non esiste categoria umana più disprezzabile che un comunista arricchito. Questo non certo per il fatto che si arricchisca (TUTTI devono avere la possibilità di arricchirsi, se lo vogliono) ma perché, in base ad una moltitudine di riscontri personali, una volta arricchiti, i comunisti tendono a diventare i più spregevoli capitalisti che si possa immaginare, attaccati al denaro, al potere, sprezzanti dei diritti altrui, perennemente con la puzza sotto al naso ed incapaci di riscontrare la profonda ipocrisia denotata dalle

martedì 18 aprile 2017

Come far pagare di più il gasolio


- contiene aggiornamento inserito il 2 maggio 2017 -

A Pasqua non tutti sono più buoni: ci sono anche quelli che diventano più furbi. Domenica ne ho avuto una dimostrazione al momento di rifornire la mia auto di gasolio, presso la pompa ENI (ex AGIP) di Castellina in Chianti (SI).

In base alla normale procedura, ho parcheggiato l'auto nelle vicinanze degli erogatori, ho sbloccato lo sportellino ed aperto il tappo, sono andato all'isola adiacente per effettuare il pagamento all'automatico ed ho selezionato la pompa desiderata...
Dopodiché, sono tornato al distributore ed ho cercato di estrarre la pistola, convenzionalmente nera, relativa al gasolio ma l'ho trovata bloccata da una fascetta a strappo.