mercoledì 15 febbraio 2017

Il vantaggio di possedere auto di lusso

Tra le tante campagne disinformative, di quelle volte a focalizzare l'attenzione della gente su problemi marginali o del tutto insignificanti, ce n'è una che ha messo in comparazione il numero di auto di lusso circolanti col numero di dichiarazioni dei redditi tali da renderne lecito il possesso, sempre secondo PARAMETRI ARBITRARI FISSATI DAL FISCO.

Cherokee "di lusso" valore di mercato: 0
Infatti l'unico parametro che individua come "di lusso" un'auto secondo il fisco è la sua potenza fiscale ovvero la cilindrata ovvero (in parte) la potenza del motore.
Questo significa che se avete ereditato una Jeep Cherokee da 4000cc a benzina, acquistata nuova nel 1988 da vostro padre che a quel tempo, con la Lira poteva permettersela, anche se ora è poco più che un rottame - ma funziona perfettamente e rappresenta per voi un ricordo affettivo - ed il suo valore di mercato è pari a ZERO, per il fisco voi non potete permettervela.

Smart, inutile giocattolo da 18.000 Euro
Se invece acquistate una delle tante nuove utilitarie usa-e-getta (perché NON DURANO come una Jeep Cherokee dell'88) a 20.000 Euro e tra qualche anno sarete costretti ad acquistarne un'altra perché la prima è fuori combattimento, allora sì che potete permettervelo!

Evidentemente il criterio utilizzato dal fisco è demenziale e non individua realmente né il tenore di vita né il reddito presunto dell'indagato.

Ma perché perseguire chi SPENDE i suoi soldi rimettendoli nel circolo del mercato?

La prima ipotesi è legata proprio al fatto che si vuole deliberatamente ostacolare il mercato interno - come dichiarò candidamente Monti in un'intervista concessa dopo il suo insediamento - abbattendo la domanda interna allo scopo evidente di ridurre il Paese in miseria. Ed a partire dal Colpo di Stato soft del 2008, questo processo d'impoverimento ha subito infatti una forte accelerazione grazie a tutti i governi illegittimi che si sono succeduti nostro malgrado.

La seconda, ma non quanto ad importanza, è deviare l'attenzione della popolazione che s'indigna prima di ragionare (ad es.: chi vota PD, 5Stelle, ecc.) su problemi poco significativi: che senso ha, sempre ad esempio, focalizzare l'attenzione su di un effetto come l'evasione fiscale, quando la sua causa diretta è l'eccessiva e sproporzionata quanto indebita pressione fiscale?
Una persona oggettiva e sana di mente affronta i problemi assegnando loro una priorità ma in Italia la falsa informazione riesce a fare in modo che ci si accapigli su delle emerite sciocchezze evitando di porre in discussione problemi reali e altamente significativi come la necessità ormai improcrastinabile di sottrarsi ai vincoli della Moneta Unica Europea e recuperare Sovranità Nazionale. Ma guai a parlare di argomenti seri! Parafrasando un'esternazione già sentita, qui si distrugge l'Italia o si muore!

La terza è individuare una categoria "nemica" del Paese, ed alimentare una demenziale Lotta di Classe in ossequio al Divide Et Impera tanto caro al Potere, che in questo frangente è rappresentata da coloro che si permettono l'ardire di andare in giro con auto "di lusso", facendo dimenticare che abbiamo la fortuna di trovarci in un Paese talmente ricco che le auto "di lusso" potremmo permettercele tutti se solo il reddito fosse distribuito e le tasse non fossero concepite per stroncare le classi medio-basse a favore dei super-ricchi.
In questo contesto va ricordato appunto che l'Italia è il 1° Paese al mondo quanto a Patrimonio Artistico, il 1° per densità di immatricolazioni, il 3° quanto a Patrimonio Immobiliare, 3° per Riserve Auree ed 8a Potenza Economica (eravamo la 4a fino ai tempi di Craxi, poi lo scellerato processo di deindustrializzazione forzata avviato dal criminale politico Romano Prodi e perpetrato dai suoi successori - salvo qualche intermezzo di stasi berlusconiana - ci ha fatto retrocedere di 4 posizioni in 25 anni.)
Quindi, dobbiamo preoccuparci se nel nostro Paese circolano meno di 350.000 vetture di lusso perché sono pochissime (meno dell'1%) in relazione all'enorme Parco circolante (oltre 37 milioni di veicoli!!) e potrebbero essere molte di più, a tutto vantaggio dell'economia interna, anche se molte di esse sarebbero di fabbricazione estera.

Ma, per chi può permetterselo ed in parte anche per chi non può, quali sono/sarebbero i vantaggi nell'optare per un'auto che il fisco considera "di lusso"?
Ovviamente, in quest'analisi prescindo dalle auto sportive che non incarnano reali concetti di funzionalità quotidiana essendo finalizzate solo alle prestazioni. 

I vantaggi sono sostanzialmente pochi ma estremamente importanti:
- Una grande sicurezza passiva in caso d'incidente, grazie alla massa ed alle dimensioni mediamente maggiori rispetto a vetture di fascia inferiore, nonché alla migliore qualità dei materiali strutturali.
- Una migliore sicurezza attiva, da ascrivere a sistemi di sicurezza più sofisticati.
- Una maggiore capacità di trasporto e di carico, trattandosi di vetture mediamente più grandi.
- Maggior durata nel tempo a cominciare dal motore che, grazie alla maggiore cilindrata, può offrire prestazioni superiori senza bisogno di essere "spremuto" ovvero raggiungere alte potenze specifiche. Sotto questo aspetto incide anche la migliore qualità dei materiali utilizzati.

In molti casi, se si escludono le spese vive, un'auto considerata di lusso, può alla lunga - diciamo nell'arco di un ventennio - risultare più economica di due o tre auto classificate come economiche ma poco durevoli, tanto da doverle cambiare nell'arco di pochi anni, e bisognose di maggiore manutenzione.

E se è incontestabile che un'auto più grossa consumi mediamente di più di una piccola, è anche vero che una grossa parte dei suoi costi sono rappresentati da un'iniqua tassazione basata sulla potenza del suo motore e dai maggiori costi d'assicurazione, in gran parte ingiustificati dal fatto che dovrebbero essere computati sull'incidentalità di chi guida e non sulla natura e sul numero dei suoi veicoli.

Articolo correlato:

martedì 14 febbraio 2017

E' la Natura che chiama, Gennà!

 Il titolo è riferito alla battuta finale della scenetta contenuta in uno spot pubblicitario diffuso anni addietro ma che oggi descrive bene una delle motivazioni per cui le molestie a carico delle donne, stanno diventando una vera emergenza in Europa; in particolare in Italia, Germania e Svezia.

Diciamo subito che statisticamente, esiste una stretta correlazione tra il numero di immigrati presenti in un Paese ed il numero dei casi di stupro. Questo è un dato di fatto censurato dal Politicamente Corretto ovvero da quella disinformazione di regime tesa a nascondere la realtà oggettiva:

lunedì 13 febbraio 2017

Tecnologie occulte


Come già messo in evidenza in passato sulle pagine di questo blog, lo stato dell'arte tecnologico è incredibilmente più avanzato di quello che si vorrebbe far credere. Ma mettere a disposizione della comunità tecnologie "troppo" avanzate, sortirebbe un effetto distruttivo per il Sistema di potere: emanciperebbe le masse finora schiavizzate, in quanto già solo la disponibilità di energia a costo zero sarebbe sufficiente a fornir loro mezzi di sussistenza e prosperità. Dovessero pervenire a tale condizione, non avrebbero più alcun motivo di sottomettersi al volere dei potenti. Anzi i potenti, automaticamente, non potrebbero più

sabato 11 febbraio 2017

La Patata Lessa

 Sulla... scottante questione - sicuramente di grande rilevanza per il nostro Paese - della Patata Bollente che a questo punto sarà anche lessa, il Movimento immobile mostra, con la sua indignazione, di applicare due pesi e due misure, anzi quattro, su ciò che riguarda l'immagine pubblica dei politici ed anche la loro rispettabilità personale.
Rapportiamo il caso "Raggi" ad esempio agli innumerevoli casi "Berlusconi".

Prima discriminazione, di tipo politico - Sembra che in Italia sia lecito, quasi doveroso, sfottere e fare le pulci a

venerdì 10 febbraio 2017

Il giorno dell'oblio

 

Un grave episodio di censura storica si è verificato a Bologna in occasione del giorno di commemorazione delle atrocità partigiane delle Foibe carsiche.
Beffardamente, la scusa per dimenticare le vittime di quella pulizia etnica, è stata la visita in città - ipocritamente concordata già da tempo dall'amministrazione comunale - del ministro italiano (si fa per dire) Kyenge impegnata in un tour propagandistico incentrato, ancora una volta, sulla pulizia etnica a cui sottoporre il popolo italiano, ma questa volta non solo quello istriano ma di tutta la penisola.
Non c'è da meravigliarsi più di tanto, non solo per la consuetudine acquisita di calpestare gli italiani sia nell'immediato che nella memoria storica ma anche perché l'episodio si è verificato nella culla territoriale di quella sottocultura anti-italica che generò, a fine della Seconda Guerra, un grande

giovedì 9 febbraio 2017

Ipnosi di massa: comprare acqua in bottiglia



La pubblicità sistematica attuata soprattutto negli ultimi due decenni, ha inculcato un comando post-ipnotico nei consumatori italiani spingendoli a preferire l'acqua imbottigliata a quella del rubinetto, nonostante quest'ultima sia mediamente di migliore qualità e centinaia di volte meno costosa della prima.
Ma tutti sanno che gli italiani adorano farsi del male per cui si tratta di un fenomeno comprensibile, per quanto assurdo.

A peggiorare il fenomeno anche la fissazione di DOVER bere "tanto", sempre inculcata attraverso la pubblicità ma non raccomandata affatto per la salute da NESSUNO STUDIO SCIENTIFICO AL MONDO.

mercoledì 8 febbraio 2017

Terremoto: stanziati 97 milioni di Euro per favorire il dissesto idrogeologico


Avete letto bene: alla faccia del "Paese in crisi economica" e dei terremotati sopravvissuti all'inverno nonostante il menefreghismo di Stato, non c'è stato alcun problema a reperire una cifra esageratamente sproporzionata per finanziare in maniera opulenta una manifestazione di golf, uno dei passatempi elettivi dei ricchi assieme al polo ed all'equitazione che, almeno quest'ultimo, è uno sport.
Inutile ma doveroso precisare che gli amministratori destinatari di tali fondi sono tutti legati al Partito antiDemocratico per militanza diretta, parentela o altro tipo di nepotismo spartitorio della ricchezza pubblica.

Fin qui nulla di strano, l'Italia è uno dei Paese (ancora!) più ricchi del mondo, non solo #1 in the world per l'arte ma ai vertici anche per patrimonio

lunedì 6 febbraio 2017

Ora Sfrénati In Pace, Gerardo Russo

Avete presente quelle amicizie che rimangono intatte anche quando le contingenze delle vite di ognuno di noi impediscono di frequentarsi con la regolarità di un tempo?

G. Russo, Gei Ar per gli amici
Non è il primo della serie ma è il primo amico per importanza a privarmi della sua presenza in questo mondo. Se n'è andato a seguito di complicazioni insorte pochi mesi dopo un trapianto cardiaco "perfettamente riuscito".

E' fuori luogo indugiare in particolari della sua vita privata ma lo ricordiamo tutti per le sue doti umane, e se gli affibbiammo - tra amici - l'appellativo di "sfrenato" è per via della sua irrefrenabile voglia di vivere anche al di fuori dei limiti imposti, proponimento purtroppo molto

sabato 28 gennaio 2017

Il giorno della censura

 Secondo Claudio "byoblu" Messora, la giornata di ieri è stata la più pesante per l'informazione libera da dieci anni, e questo è senz'altro vero per quanto riguarda il suo ammirevole lavoro.
Le motivazioni le trovate nel suo video, quello che puntualizzo io è che tentativi di mettere a tacere l'informazione indipendente sono in atto da sempre e sono stati sottovalutati anche e soprattutto da quelle forze politiche che negli ultimi anni si sono arrogati l'esclusiva - supportati dai media di regime - di rappresentare il dissenso tra l'elettorato ma che in realtà sono organiche al Sistema che affermano di voler combattere.
E' ovvio che parlo dell'inconcludente e gattopardesco

venerdì 27 gennaio 2017

Oltre un secolo di menzogne sioniste, di cui le prime vittime sono gli ebrei

Per fortuna, sulla Terra non esistono razze né etnie umane che possano essere accusate o assolte in toto da determinate colpe oppure a cui si possano riconoscere incondizionatamente solo dei meriti perché, vivaddio, ogni razza o etnia esistente è formata da individui, ognuno responsabile delle sue azioni e del suo pensiero.
E' pur vero che una preoccupante quota d'individui si comporta da massa decerebrata, riconoscendosi identitariamente solo se inquadrato in un gruppo ben definito, ma non è di questo che voglio parlare.
Ed è anche vero che molti insani individui nella

giovedì 26 gennaio 2017

Paura della fisica


Una notizia recente, riguarda l'agitazione che sta pervadendo i maturandi dal momento in cui si è sparsa la notizia che la fisica potrebbe essere una delle materie d'esame.
Sinceramente, non solo non ne comprendo il motivo ma trovo assurdo che una materia così fondamentale per la comprensione del mondo in cui siamo immersi - facendone anche parte - non sia tra quelle obbligatorie, soprattutto per scuole come il Liceo Classico (esiste ancora) dove s'insegna prevalentemente il nulla, anche se lo si fa in maniera che sembri qualcosa.

mercoledì 25 gennaio 2017

Sapete tutto sulla trazione anteriore?


I criteri in base ai quali si concepiscono e si progettano tutte le macchine vengono raggruppati e definiti in termini di "filosofia costruttiva".
La sua matrice caratterizzerà il prodotto finale che potrà essere ispirato a principi utilitaristici, economici, funzionali, dimensionali, produttivi, stilistici, esclusivi, manutentivi oppure relativi alla massa, alla trasportabilità, all'impatto ambientale produttivo e funzionale, alla possibilità di immagazzinamento, alla riproducibilità, ecc. ecc. 
Questo comporta automaticamente che nessun prodotto dell'ingegno umano potrà materializzare lo stato dell'arte sotto tutti i punti di vista ma risulterà, nella migliore delle ipotesi, eccellente sotto un aspetto a discapito di un altro.

Una conseguenza pratica di quanto appena esposto, è vissuta da tutti i

sabato 21 gennaio 2017

Dove alberga l'illegalità


Sulle queste pagine, e del blog affiliato I Truffatori, il nome del paesino abruzzese di Farindola era già comparso in occasione della doppia ripresa di un articolo tratto dal blog Impatto Antropico.
In quella occasione di deplorava un intervento istituzionale a difesa dell'illegalità, come purtroppo spesso accade in Italia.

Così, quando ho sentito parlare di illeciti ed abusivismi riguardanti la struttura alberghiera spazzata via dalla slavina, non mi sono meravigliato più di tanto perché anche queste sono cose che accadono, in Italia.

giovedì 19 gennaio 2017

Oh, la neve! E adesso come si fa?


In una situazione di conclamato Raffreddamento Globale, era logico aspettarsi che ad una sospensione - almeno apparente - o comunque una riduzione significativa delle operazioni di irrorazione aerea con cui hanno appestato i nostri cieli negli ultimi anni, sarebbe seguito un inverno... inverno nella sua normalità cioè normalmente freddo e normalmente nevoso.
Non so se qualcuno lo ha notato, ma è da un po' di tempo che almeno nel centro-sud Italia, la consuetudine delle irrorazioni aeree è stata fortemente ridimensionata, per non dire azzerata.
Andando a costituire un effetto serra, ad essa sono stati, molto probabilmente, dovuti gli inverni miti degli ultimi anni che hanno continuato ad avvalorare artificialmente la tesi - mai dimostrata - di un Riscaldamento Globale ancora in corso.